5 cose da fare assolutamente a Jogyakarta

Leave a comment Standard

Jogyakarta è sicuramente la città di fascinosa di tutta l’isola di Giava, che attira prevalentemente turistici asiatici e australiani. Qui i “visi pallidi”saranno una vera e propria attrazione da fotografare, sarà quasi scontato ritrovarsi circondati da gente di ogni età,desiderosa di essere immortalata insieme a voi in un ridente scatto fotografico. Continua a leggere

5 COSE DA FARE A TIRANA

Leave a comment Standard

La città di Tirana è quel tipo di destinazione che desta il maggior scetticismo tra chi è abituato a pensare che un viaggio può definirsi tale se fatto in quelle località  famose e nominate tra la gente. Continua a leggere

5 COSE DA FARE A SALISBURGO

Comments 2 Standard

Se Vienna è considerata una delle città più belle di tutta Europa,Salisburgo è sicuramente la più romantica con delle vedute da mozzare il fiato e vicoli antichi dove perdersi tra antichi palazzi e vibrazioni musicali. Continua a leggere

Cosa fare assolutamente nella città di Rijeka

Leave a comment Standard

A sole 3 ore di bus dalla città di Lubiana, capitale della Slovenia, sorge Rijeka, una città non molto conosciuta turisticamente dal popolo italiano, chiamata anche Fiume. Continua a leggere

5 cose da fare nella città di La Spezia

Leave a comment Standard

Porta d’ingresso per il Parco Nazionale delle Cinque terre, la città di La Spezia è un piccolo gioiello urbano troppo spesso sottovalutato da chi sosta qui,solo unicamente per raggiungere i luoghi favolosi nei dintorni,che rendono unico questo territorio italiano. Continua a leggere

5 cose da fare assolutamente nella città di Aosta

Comments 2 Standard

Capoluogo di una delle regioni più piccole d’Italia, Aosta rappresenta la porta d’ingresso per il parco nazionale del Gran Paradiso,un comprensorio che racchiude alcune delle località sciistiche più rinomate in Europa. Continua a leggere

Hergla, piccola città bianca affacciata sul Golfo di Hammamet

Leave a comment Standard

Qualcuno si chiede se la Tunisia sia tornata sicura rispetto ai sanguinari episodi di terrorismo di qualche anno con una conseguente risposta altrettanto interrogativa che,considerato il momento storico in cui viviamo non esonera alcun posto del mondo,Italia inclusa. La Tunisia è un paese straordinario con località molto amate dal turismo internazionale alcune di esse affollatissime altre meno note ma altrettanto belle,come il caso della piccola città di Hergla.

Hergla è situata a 40 chilometri dalla grande città di Sousse e circa 70 chilometri dalla famosa località di Hammamet, affacciata proprio sul golfo di quest’ultima cittadina. La caratteristica di Hergla è quella di essere costituita da una serie di costruzioni in calce bianca consuetudine di tante città tunisine come ad esempio la celebre e turistica Sidi Bau Sidi a 20 chilometri dalla capitale Tunisi e presa d’assalto dai turisti durante la stagione estiva che qui in Tunisia va da Aprile a fine Ottobre primi di Novembre.A differenza della turistica Sidi,Hergla è decisamente più piccola ma molto autentica, gli abitanti si dedicano alla pesca e alle attività ad essa collegate come la riparazione delle reti o delle imbarcazioni utilizzate per questa attività. La moschea di Sidi Bou Mendil è una struttura imponente intorno alla quale si sviluppa il resto dell’antica città di Hergla,il piccolo porticciolo della città è il punto perfetto per godere di una vista stupefacente su tutta la baia. Durante la stagione estiva i turisti scelgono il lungomare di Hergla come luogo ideale per concedersi una bella passeggiata,mentre durante la stagione invernale quando le giornate sono terse,è meraviglioso godersi il panorama del mare agitato dal vento che in questo periodo dell’anno soffia vigoroso. Le strutture ricettive presenti proprio al centro di Hergla non sono tantissime e perlomeno caratterizzate da piccoli hotel a gestione familiare, per trovare strutture più attrezzate, tipiche della costa tunisina bisogna spostarsi in direzione Sousse come ad a esempio Port El Kantoui, la cui presenza di hotel e ristoranti è onnipresente. Hergla offre quindi la possibilità di immergersi in una Tunisia inedita dove concedersi un’ottima cena di pietanze locali ascoltando solo il rumore del mare e il vociare vivace della gente del posto.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

5 cose da fare nella città di Edimburgo

Leave a comment Standard

Riuscire a racchiudere in un elenco di sole 5 cose da fare nella città di Edimburgo è un’ardua impresa e non solo perché la città di Edimburgo offre davvero tante possibilità grazie anche all’elevato numero di concerti o attività culturali che ogni giorno vengono proposte da musei,associazioni e locali dove spesso si organizzano eventi musicali molto importanti, non è un caso che molti giovani arrivano a Edimburgo proprio per partecipare a queste mille attività.Proviamo comunque ugualmente a suggerire 5 cose da fare assolutamente a Edimburgo:

  1. Passeggiata lungo la Royal Mile, la strada più famosa e storica di Edimburgo, un susseguirsi di palazzi storici che collega il Castello di Edimburgo a Holyrood Palace un miglio reale che sorprende in ogni suo angolo, sosta imperdibile lungo il suo attraversamento a piedi è la cattedrale Saint Giles con le sue enormi vetrate e l’architettura gotica a conferirgli un tocco di austerità. L’ingresso è gratuito anche se è suggerita un’offerta di 3 sterline, mentre per fare fotografie al suo interno è necessario un biglietto di 2 sterline. L’accesso alla Tristle Chapel, una cappella riservata all’ordine dei nobili di antiche radici, ha un biglietto d’ingresso pari a 3 sterline.
  2. Il Castello di Edimburgo rappresenta il culmine della Royal Mile domina l’intera città con le sue alte mura difensive, il suo biglietto d’ingresso non è a buon mercato ma una visita al suo interno è assolutamente imperdibile,il suo costo è pari a 20,50 euro e può essere acquistato anche sul sito istituzionale del sito.
  3. Ma se il Castello di Edimburgo dall’alto della sua collina domina la città dando la possibilità di fare bellissime foto sulla città sottostante, per fare la foto perfetta al Castello di Edimburgo bisogna spostarsi in Grassmarket a pochi isolati di distanza dal sito stesso, un luogo di ritrovo per giovani dove trovare non solo un mucchio di locali per bere e mangiare, ma dove trovare il punto preciso, indicato con un segnale ben visibile raffigurato sul pavimento della piazza con mattoni colorati. Inoltre sempre su questa piazza durante il fine settimana si tiene un mercato culinario dove in piccoli stand sono allestite cucine che preparano al momento piatti della cucina internazionale.Qui si può trovare di tutto, dalla paella spagnola ai panzerotti pugliesi, devo dire anche molto buoni.
  4. Edimburgo ha un offerta museale davvero florida con buona parte dei musei più prestigiosi della città e di tutta la Scozia ad ingresso gratuito, da non perdere il Museo Nazionale di Scozia, immenso e bellissimo, con opere della storia antica fino ai giorni nostri, passando da dinosauri a mammiferi marini con una ampia possibilità di far interagire grandi e piccini in aree ad essi dedicate. Qui viene conservata la pecora Dolly il primo esemplare ad essere clonato. Da prendere assolutamente un tè nel bar del museo che offre una prospettiva privilegiata su tutto il museo.
  5. In ultimo ma di non meno importanza è la salita all’altura di Arthur’s Seat, un altura distante circa una ventina di minuti dal centro storico di Edimburgo. Un percorso nella natura che vi permetterà di godere di una natura generosa a due passi dalla città. Il percorso in alcuni tratti può essere un pò ripido e scivoloso quindi da fare solo durante una bella giornata e con scarpe adatte. Una volta in cima concedetevi un saluto al sole e ringraziate per essere arrivati in questo altro angolo di mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.