Come visitare il Canale di Panama’ con il fai da te

Leave a comment Standard

Il Canale di Panamà è una di quelle attrazioni turistiche imperdibili, da ammirare con rispetto visto la complessità ingegneristica di questa monumentale struttura che ha avuto il merito di collegare l’oceano Pacifico a quello Atlantico.
Ovviamente per poter visitare il Canale si deve essere proprio nella città di Panamà e di qui le opzioni per raggiungerlo sono due: la prima quella di affidarsi ad un agenzia turistica del luogo che propone escursioni giornaliere con trasporto, i prezzi partono dai 60 dollari per il pacchetto base che può eventualmente essere arricchito con un giro in barca lungo i tanti corsi di acqua che sono presenti in zona e che offrono la possibilità di incontrare flora e fauna locale che assicuro da queste parti sono davvero preponderante, in genere questi day trip sono acquistabili praticamente presso qualsiasi hotel della zona a degli standart quasi identici.Altro modo super conveniente e molto facile da realizzare e quello di utilizzare i mezzi pubblici, ben organizzati,risparmiando notevolmente.
Per arrivare al Canale di Panamà in autonomia bisogna come prima cosa raggiungere la stazione dei bus di Albrook collegata con il resto della città da buona parte dei bus cittadini e dalla linea della metropolitana.Per viaggiare a bordo dei mezzi locali è come prima cosa necessaria la targhetta turistica disponibile al costo di 2 dollari presso tutte le stazioni metro sulla quale ricaricare il credito necessario.La tessertina è utilizzabile anche da più persone. Da considerare che ogni corsa ha un costo di 35 centesimi a tratta.

La linea d’interesse per raggiungere il famoso Canale di Panamà è la C180 che parte molto frequentemente per tutto il giorno, lo stop si trova all’uscita della stazione Albrook verso destra, ad ogni modo basterà chiedere ai tanti addetti che girano in zona, comunque la fermata da leggere sul bus è Miraflores, la località dove si trova il canale che è anche il capolinea. Importantissimo ,qualora si scelga di optare per la visita fai da te del Canale,è di andarci di mattina quando entro le chiuse passano il maggior numero di navi.
Il bus termina la sua corsa proprio difronte al centro visitatori di Miraflores dove iniziare la visita al Canale e riparte sempre dallo stesso punto. Dal centro Miraflores si accede alle biglietterie, qui si può scegliere il proprio titolo di viaggio disponibile in due varianti, la prima base al costo di 20 dollari a persona che include l’accesso alla terrazza privilegiata per la visione del canale e l’ingresso al museo ed un’altra al costo di 30 dollari con anche l’accesso al cinema Imax.
Il centro dei visitatori ha un bar e una bella terrazza panoramica dove poter vedere il passaggio delle navi per tutto il tempo che si vuole, ad ogni passaggio una voce in diffusione descrive sia in spagnolo che in inglese i passaggi necessari per questo transito che,per una come me per nulla ferrata in tematiche ingegneristiche di qualsiasi genere,non è stato facile da comprendere. Assolutamente indispensabile per capire il funzionamento delle chiuse è la vista del museo situato al secondo piano del centro visitatori. Questo museo è davvero realizzato con cura,facile da comprendere e ricco di postazioni interattive adatte anche per i più piccini dove anche io ho capito a pieno il funzionamento di quest’opera colossale che oltre ad aver unito due pezzi di mondo,grazie all’ingegno umano,è diventato uno dei motivi principali per cui il piccolo stato di Panamà è assolutamente da visitare.

Escursione a Cayo Blanco,piccolo paradiso a largo di Varadero

Leave a comment Standard

Cuba offre tantissimi scenari da cartolina ed una natura,in alcuni tratti dell’isola per nulla distrutta dal turismo di massa e nonostante la città di Varadero rappresenti in pieno un modello di turismo abbastanza distruttivo, a largo delle sue azzurre e cristalline acque sorge un piccolo tesoro nascosto di nome Cayo Blanco. Quest’isola di circa 5 chilometri quadrati è una delle località più gettonate da visitare durante un soggiorno nella città di Varadero o lungo la costa atlantica dell’isola di Cuba. Le agenzie turistiche situate ovunque in città o negli hotel della zona,offrono l’escursione a Cayo Blanco,qui non ci sono strutture alberghiere e ci si arriva solo tramite i tour organizzati come per esempio quelli offerti da Havanatur, che propone diversi pacchetti per visitare questa bellissima isola dalla sabbia bianchissima, il mare ricco di pesci e gli alti alberi di palma. Generalmente il costo per questa gita effettuabile anche in mezza giornata, parte dai 60 euro a persona fino ad un massimo di 150 euro se si vuole includere l’attività di avvicinamento ai delfini in una laguna chiusa dove è possibile toccarli, attività assolutamente sconsigliabile considerato l’elevato carico di stress degli animali, costretti forzatamente a questo contatto. Durante la mezz’ora di navigazione in catamarano per arrivare a Cayo Blanco si attraversano bellissimi ambienti naturali ottenuti da mangrovie,dove nidificano e stanziano numerosi uccelli. Lo snorkeling è senza dubbio una delle attività da praticare quando si arriva a Cayo Blanco, la barriera corallina in questo tratto di mare è abbastanza carica di vita marina e con l’utilizzo di una sola maschera e boccaglio si possono fare incontri interessanti con variegati pesci multicolore. Purtroppo visto l’elevato interesse dei turisti verso Cayo Blanco spesso non è semplice trovare un angolo appartato o sedie dove sistemarsi per prendere il sole, meglio quindi passeggiare e spostarsi lontano dai punti di ristoro dove si annidano i turisti,per apprezzare comunque questa meraviglia naturale che spero possa rimanere tale,nonostante il numero di visitatori sempre crescente.

DSC00837.JPG