In bus da Varsavia a Lodz, la capitale del cinema polacco

Leave a comment Standard

La Polonia è una terra bellissima con città meravigliose e siti storici di importanza internazionale, basti pensare alla zona dei campi di concentramento o a città come Cracovia che richiamano ogni anno moltissimi turisti.Negli ultimi anni la Polonia ha avuto un incremento delle presenze guadagnando un certo rispetto da parte di quei viaggiatori che fino ad ora avevano considerato la Polonia una meta poco attraente dove trascorrere le proprie vacanze.
La Polonia è stata per me una delle prime località che ho visitato zaino in spalla spostandomi agevolmente con i mezzi locali, un luogo del quale mi sono innamorata da subito dove ho scoperto città bellissime con un sacco di cose da vedere e piene di vita così com’è la capitale Varsavia, una città con un centro storico pazzesco distrutto diversi anni fa e perfettamente ricostruito,tanto da meritare l’iscrizione nella lista dei Patrimoni Unesco. Varsavia è solo una delle tante città che si possono visitare in Polonia e un’idea interessante potrebbe essere quella di unire la capitale alla visita di una più piccola ma altrettanto piacevole da visitare cittadina di nome Lodz.
Lodz è considerata la capitale del cinema della Polonia la scuola di cinema della città ha fama internazionale il grande Roman Polaski ha studiato proprio qui. Lodz un tempo è stata l’emblema dell’industria tessile in Polonia,successivamente colpita da una profonda crisi, ha saputo superare il periodo di declino risorgendo come città simbolo dell’arte, dei murales e dei giovani.
Per realizzare un combinato tra queste due città è necessario come prima cosa arrivare a Varsavia e per farlo basta approfittare di una delle innumerevoli offerte aeree in partenza da molte città sia del nord che del sud italia. Varsavia possiede due aeroporti il Chopin più grande e vicino al centro cittadino dove vola la compagnia Wizz air da Milano e il Modlin più distante ma ben organizzato e servito da Ryanair che collega le principali città italiane. I prezzi per un biglietto verso Varsavia possono partire da tariffe molto basse se acquistate con anticipo,generalmente questi voli sono abbastanza affollati quindi muoversi con anticipo è sempre la scelta migliore.
Giunti a Varsavia si può decidere di visitare per prima la città di Varsavia oppure raggiungere direttamente Lodz dall’aeroporto grazie al servizio bus molto efficiente affidato alla compagnia Modlin bus, che oltre a collegare lo scalo di Modlin con il centro città della città prosegue la sua corsa verso la città di Lodz, questa soluzione è davvero comoda sopratutto se lo scopo principale della vostra visita è scoprire la bella città di Lodz. I biglietti del bus da Modlin verso Lodz possono essere fatti sul sito web che vi consente di risparmiare qualcosa, il prezzo è di circa 9 euro a tratta, in aeroporto c’è anche un ufficio preposto alla vendita dei biglietti ma che fa orari d’ufficio quindi non adatto se la vostra corsa è al mattino presto o la sera tardi, i collegamenti partono la mattina dalle 05:00 e si susseguono ogni ora fino a sera e comunque in concomitanza dei voli aerei.
Il tragitto dall’aeroporto di Varsavia a Lodz dura 3 ore e prevede la sosta nei pressi della stazione ferroviaria di Varsavia mentre a Lodz la fermata è alla stazione dei bus di Kaliska a circa una quarantina di minuti dal centro cittadino, qui troverete un supermercato Lidl ben fornito ed aperto anche la domenica dove potrete sedervi a bere una tazza di caffè mentre aspettate il vostro bus di ritorno verso Varsavia o direttamente verso l’aeroporto di Modlin,al termine di un paio di giorni assolutamente interessanti e rilassanti nella città di Lodz.

Annunci

Ricette dal mondo:Il chutney di mele una pietanza indiana elaborata alla mia maniera

Leave a comment Standard

L’India può vantare tradizioni antiche che riguardano usi,costumi ed anche e una bella selezione di piatti locali variegati e saporiti,per qualcuno troppo piccanti ma che possono spaziare dal dolce al salato coniugando i due sapori con armonia.

Il Chutney di mele è un piatto delizioso a base di frutta e spezie che se preparato usando spezie specifiche diventa non solo un piatto tipicamente indiano ma anche un buona pietanza di cucina ayurvedica.

La medicina ayurvedica è un’altra delle eredità che ci ha lasciato l’antica India,le sue radici sono da ricercare molto lontano,la sua peculiarità è quella di cercare il benessere fisico e emotivo attraverso il vivere sano che preveda anche un’alimentazione equilibrata che unisca diversi sapori in un solo piatto, operazione che inizialmente può risultare ardua per chi si approccia da poco a questa cucina. I sapori ayurvedici da inserire in un piatto sono il dolce,il salato, l’amaro,l’astringente,l’acido e il piccante ed il Chutney di mele è un gustoso e perfetto esempio di questo connubio.

La prima volta che ho assaggiato il Chutney di mele era accompagnato a riso bianco e dhal di ceci una sorta di zuppa di legumi sempre di tradizione indiana,ma può essere il contorno per piatti di carne stufata oppure,come nel mio caso, un pasto energetico ideale per una pausa pranzo take away.

Rispetto alla ricetta originaria ho fatto delle modifiche o meglio aggiunte come per i chiodi di garofano solo perché sperimentando ho potuto vedere che i chiodini si sposano perfettamente con le mele,quindi ognuno può sbizzarrirsi in base al proprio gusto personale

INGREDIENTI

  • 3 mele sode non troppo farinose
  • Un cucchiaio di ghee(burro chiarificato)
  • un cucchiaino di fieno greco macinato o in granuli
  • un cucchiaino di zenzero
  • due cucchiaini di curcuma
  • un cucchiaino di curry o peperoncino tritato
  • un cucchiaino di cannella in stecco o in polvere
  • due cucchiai di succo di limone
  • una spolverata di zucchero di canna
  • una spolverata di sale marino iodato(tipo cervia)

PREPARAZIONE

In una padella antiaderente sciogliere il ghee a fuoco moderato e aggiungere il fieno greco facendo attenzione a non bruciarlo,unire le mele tagliate a tocchi abbastanza grossi,una dopo l’altra le spezie ed in ultimo il succo di limone,girate il tutto per amalgamare le spezie e fare in modo che la curcuma colori tutto di quel bel colore giallo.Coprite e cuocete a fuoco basso per una decina di minuti raddoppiate il tempo di cottura se desiderate un composto più morbido,io personalmente amo mangiare le mele ancora a pezzi integri.

Provare questa ricetta è un buon modo non solo per assaporare un piatto gustoso ma anche di avvicinarvi all’alimentazione ayurvedica che devo dire mi ha proprio conquistato così come tutta l’India.

5 cose da fare assolutamente a Jogyakarta

Leave a comment Standard

Jogyakarta è sicuramente la città di fascinosa di tutta l’isola di Giava, che attira prevalentemente turistici asiatici e australiani. Qui i “visi pallidi”saranno una vera e propria attrazione da fotografare, sarà quasi scontato ritrovarsi circondati da gente di ogni età,desiderosa di essere immortalata insieme a voi in un ridente scatto fotografico. Continua a leggere

Da Yogyakarta a Prambanan in bus:un modo economico e fai da te per visitare uno dei siti religiosi più famosi dell’Asia

Leave a comment Standard

Potrei stilare una lista lunghissima senza affermare con certezza di aver menzionato tutti i siti religiosi tra i più belli dell’Asia e del mondo. Continua a leggere

Da Jogyakarta a Borobudur in bus: escursione fai da te per vedere uno dei capolavori architettonici più belli di tutta l’Asia

Comments 3 Standard

Dopo Prambanan il sito religioso di Borodurur è un must imperdibile se si visita la bella isola di Giava in Indonesia, ma anche uno di quei posti che deve essere visitato almeno una volta nella vita, sia dagli appassionati viaggiatori o da chi,molto semplicemente,vuole stupirsi difronte a tanta bellezza. Continua a leggere