Sicuramente l’isola di Tenerife, situata nell’arcipelago delle Canarie,è quella più amata e apprezzata dagli italiani in qualsiasi periodo dell’anno, complici le dolci temperature, tutti i mesi dell’anno e la frizzante vita notturna. Certo è che visitare Tenerife senza apprezzare le tante meraviglie naturali che ha da offrire è un vero peccato, sopratutto se il principale protagonista delle bellezze paesaggistiche isolane è il Teide, un vulcano che con i suoi 3718 metri sul livello del mare sovrasta l’isola, nonché la vetta più alta di Spagna.

Il Teide è un vulcano ancora attivo, anche se non si registrano eruzioni dal 1909. Se si va in vacanza a Tenerife non si può non visitare il Parco Nazionale del Teide, anche se la vostra principale attività è restare spalmati sulla brandina a prendere il sole.

IMG_7533
Raggiungere il Teide o meglio la funivia del Teide è molto semplice sia che si alloggi a Playa Las Americas, la località più frequentata dai turisti italiani o a nord nella più tranquilla città di Porto de la Cruz. I bus di interesse tra queste cittadine e la teleferica sono rispettivamente il numero 342 e il 348,offerti dalla compagnia dei bus Titsa. Generalmente ci sono una corsa per l’andata e una per il ritorno ma è consigliabile visitare il sito http://www.titsa.com per verificare gli orari di partenza.Il costo di un biglietto di andata e ritorno per il bus per raggiungere la funivia è di 13 euro,acquistabile prima di salire a bordo nelle biglietterie presenti nelle fermate degli autobus, da dove partono i bus in questione.In genere la prima corsa parte intorno alle 9 del mattino e arriva a destinazione dopo circa un’ora di tragitto tra paesaggi lunari e verdi vallate alpine. Il bus termina la sua corsa direttamente davanti alla biglietteria per l’acquisto del titolo d’accesso, il costo per i non residenti è di 27 euro a persona per una salita e una discesa,l’ultima salita è alle 16 mentre l’ultima discesa è alle 16:50.I biglietti possono anche essere acquistati on line, questa è un’ottima soluzione che vi fa saltare la fila alla biglietteria, che in alta stagione può essere molto lunga ma che vi costringe a scegliere un giorno ed un orario di visita. Il vento soffia sempre vigoroso mentre si è a bordo della cabinovia e in alcune giornate, particolarmente ventose, la struttura può anche restare chiusa. Ci sono poi gli appassionati di trekking che scelgono di farsi tutto il percorso fino ai 3500 metri a piedi, il tempo di percorrenza varia a seconda del livello di allenamento ma non è mai inferiore alle 3/4 ore. Per accedere alla vetta più alta del Teide, intorno ai 3700 metri, occorre un permesso gratuito concesso dall’Amministrazione del Parco Nazionale da richiedere on line sul sito: http://www.reservasparquesnacionales.es
Una raccomandazione importante è quella di munirsi sempre di una bottiglia d’acqua prima di salire sul Teide, magari acquistata prima di salire sul bus, considerando che i prezzi dell’unico bar, dislocato nel rifugio della teleferica sono elevati.   Infine ricordarsi sempre di vestirsi a cipolla perché, a questa latitudine, il clima è sempre fresco in qualsiasi periodo ci si rechi.Ci sono diversi sentieri da effettuare a piedi una volta scesi dalla teleferica che vi faranno apprezzare la bellezza di questo luogo e godere di un panorama mozzafiato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci