5 COSE DA FARE A SALISBURGO

Comments 2 Standard

Se Vienna è considerata una delle città più belle di tutta Europa,Salisburgo è sicuramente la più romantica con delle vedute da mozzare il fiato e vicoli antichi dove perdersi tra antichi palazzi e vibrazioni musicali. Continua a leggere

Idee viaggio per le prossime feste di Natale:dai mercatini di natale a Ginevra al caldo sole di Hurghada

Leave a comment Standard

Il tempo scorre rapido e in un batter doppio ci si ritrova avvolti nella scintillante atmosfera che solo il Natale sa regalare. Che si senta o meno l’emozione delle festività, il Natale rappresenta un’occasione da sfruttare assolutamente per fare un bel viaggio. I prezzi si sa,in questo periodo, vanno alle stelle e sicuramente è indispensabile prenotare con largo anticipo, sopratutto se ci si vuol allontanare di molti, molti chilometri.Per chi non ha l’idea giusta e sopratutto non molti soldi da spendere una soluzione simpatica e sopratutto vantaggiosa è quella di coniugare una città europea come Ginevra, piccola e graziosa, che decanta perfettamente la magica magia del Natale, con i suoi addobbi e mercatini, con una delle località più organizzate del Mar Rosso, Hurghada.

Sea_Club_Fort_Arabesque_Makadi_Bay_Hurghada_Spiaggia

La città di Ginevra è la seconda per numero della popolazione, adagiata sull’estremità occidentale del Lago di Ginevra, circondata dal territorio francese per buona parte della sua superficie. I mercatini di Natale sono l’evento cittadino più importante, che convogliano moltissimi turisti provenienti da ogni dove. Generalmente i mercatini aprono i loro battenti gli ultimi giorni di Novembre fino al Natale, pur proseguendo talvolta con diverse iniziative anche primi di Gennaio.I mercatini di Ginevra hanno tre dislocazioni: Rue du Mont-Blanc,Place de la Fusterie,Carouge tutte molto centrali, dove si trova di tutto, dal cibo ai pezzi d’artigianato.

Raggiungere Ginevra è molto semplice anche per chi sceglie i trasporti pubblici come il treno, che collega Milano a Ginevra a tariffe a partire dai 30 euro o il bus che parte da molte città del nord Italia come Bologna,che  grazie alla compagnia Flixbus,è collegata a Ginevra da una comoda corsa notturna che arriva a destinazione in circa 7 ore. I prezzi anche in questo caso partono dai 30 euro a persona. Anche l’aereo può essere una comoda soluzione purché si riesca a trovare un volo low cost della compagnia Easyjet a non più di 50 euro andata e ritorno solo bagaglio a mano. Stessa compagnia aerea offre voli  settimanali da Ginevra con destinazione Hurghada,se si vola dal 16 dicembre al 23 dicembre le tariffe a persona per un volo di andata e ritorno con solo bagaglio a mano di 10 kg sono di appena 100 euro, prezzi che possono quadruplicare più si avvicina alle date calde del periodo natalizio.Al costo del biglietto aereo va aggiunto il visto d’ingresso per l’Egitto ottenibile direttamente in aeroporto al prezzo di 25 dollari.

Per quanto riguarda la sistemazione alberghiera a Ginevra si può optare per ‘Admiral hotel’in zona centralissima dove prendere una confortevole camera doppia con colazione inclusa a circa 90 euro a notte. Per quanto riguarda Hurghada c’ è solo l’imbarazzo della scelta, ci sono hotel per tutti i gusti e anche molto convenienti come il’Panorama Bungalow Aqua Park’che offre prezzi a partire dai 160 euro per una camera doppia in trattamento di tutto incluso, anche per la settimana di Natale.Questo insolito combinato che coniuga l’atmosfera tipicamente natalizia,  che solo alcune città europee possono regalare, alle gradevoli temperature del Mar Rosso anche durante la stagione invernale ha un prezzo variabile, che può partire dai 450/500 euro a persona a secondo delle date di viaggio scelte.

Un consiglio importante è quello di portare una muta sottile di pochi centimetri indispensabile se si vuole rimanere con la testa sott’acqua a lungo, ad ammirare una delle barriere coralline più belle del mondo.

MERCATINI DI NATALE, IDEE PER IL PONTE DELL’IMMACOLATA: BOLZANO E MERANO

Leave a comment Standard

Come ogni anno in questo periodo sono in tanti a pianificare le vacanze di Natale e l’idea, di fare una passeggiata tra i più importanti mercatini natalizi in Italia è la più gettonata tra famiglie e coppie alla ricerca di un’atmosfera sognante e romantica.Quando si pensa a questi caratteristici allestimenti festivi, non si può fare a meno di pensare alla più nordica delle regioni d’Italia: Il Trentino Alto Adige.
Il mio itinerario è rivolto a chi decide di visitare alcune delle perle altoatesine con i mezzi pubblici cercando di contenere le spese, nonostante le mete in questione non siano di certo da considerare a buon mercato, sopratutto se ci si reca in uno dei fine settimana più affollati, come quello a cavallo della festa religiosa dell’Immacolata concezione.
Il Treno regionale per raggiungere Merano da Bologna costa 24 euro a persona e prevede un cambio a Bolzano, dopo 3 ore di viaggio, qui i collegamenti per la ridente Merano sono frequenti e arrivano a destinazione solo dopo 40 minuti di viaggio in treno, tra paesaggi alpini mozzafiato. Queste alte montagne sono un patrimonio naturale di inestimabile bellezza riconosciuto anche dall’Unesco.
Piazza Walther è il fulcro centrale della città di Bolzano e dista solo 300 metri dalla stazione dei treni,gli stand natalizi sono allestiti proprio qui, raccolti attorno alla perla indiscussa di questa cittadina:il Duomo di Maria Assunta, un gioiello d’arte romanica gotica. La parte esterna è stata ricostruita a seguito della parziale distruzione durante la seconda guerra mondiale e potrebbe tranquillamente competere con la celebre Notre Dame di Parigi.bolzano
Terminato questo primo giretto dal sapore natalizio mi incammino ancora una volta verso la stazione ferroviara per prendere un altro treno regionale con destinazione Merano, ovviamente prima di salire a bordo è obbligatoria una tappa in un supermercato del centro dove acquisto, nel reparto forneria, una bella fetta di strudel di mele,uno dei dolci tipici dell’Alto Adige, molto gustoso e al costo di pochi euro.
Il primo pomeriggio è l’orario ideale per giungere a Merano, i mercatini si animano di gente, l’aria è pervasa dal profumo inebriante del vin brulè e passeggiare lungo le rive del fiume Adige,scalda il cuore nonostante le rigide temperature di queste zone.
merano_inverno
Pernottare a Merano è abbastanza costoso sopratutto se non si prenota con largo anticipo e si ha la pretesa di soggiornare nel cuore della città, quindi una buona idea potrebbe essere quella di riprendere il treno e, con il solito cambio a Bolzano, raggiungere la cittadina di Trento, che resta comunque un passaggio obbligato sulla strada del ritorno verso Bologna.
A Trento si può trovare una camera doppia in un buon hotel del centro città a poco più di 100 euro con un’abbondante colazione inclusa nel prezzo,questa resta sempre una cifra elevata ma decisamente inferiore rispetto a quello che si spenderebbe nelle città precedentemente citate,senza pensare che anche a Trento si possono visitare dei deliziosi mercatini Natalizi.
Il rientro a casa è sempre nostalgico, ma pervaso da un gran senso di soddisfazione sia per i luoghi visitati che per la contenuta spesa sostenuta.

VISITARE PARIGI NEL PERIODO NATALIZIO

Leave a comment Standard

Parigi è una città europea sulla quale i commenti si sprecano, da città più ” bella del mondo a città più romantica del mondo” e chi più ne ha più ne metta. Buona parte della gente, con la quale si ha il piacere di parlare di viaggi, ha visitato, almeno una volta nella vità, la capitale francese e sono quasi tutti concordanti con il dire che la VILLE LUMIERE è unica. Durante il periodo natalizio, si sa tutte le città diventano più calorose e attraggono un maggior numero di visitatori,non è da meno Parigi che s’illumina di una moltitudine di luci e  ospita numerosi mercatini di Natale, dislocati in molte zone della città.

Buona parte delle compagnie aeree low cost in partenza dall’Italia atterrano sull’aereoporto di Beauvais, una cittadina francese a circa 80 km dal nord di Parigi.La scelta di questo aereoporto presuppone l’utilizzo di una navetta la cui tariffa è di 30 euro a persona per una corsa di andata e ritorno, questo  costo  va preventivato già al momento dell’acquisto del biglietto.Gli orari del bus sono in funzione degli orari dei voli aerei e sono sempre molto puntuali.Il tragitto impiega un’ ora per arrivare a Porte Maillot, una stazione della metropolitana da dove poter prendere la linea 1 o il treno veloce RER C per raggiungere la propria sistemazione.Il percorso complessivo necessiterà non meno di due ore a seconda della posizione del hotel prescelto.

Le cose da visitare nella città francese sono tantissime e sempre super affollate, ancor di più con la presenza dei mercatini di natale dislocati  sopratutto nei luoghi più gettonati dai turisti, come l’area monumentale di Trocadero, situata a destra del fiume Senna  che, con le sue bellissime fontane, fa da perfetta cornice ad uno dei monumenti più celebri al mondo: la Torre Eiffel. La sua visita può richiedere anche più di un’ora di fila per l’accesso, quindi, è consigliabile acquistare il biglietto, prenotando l’orario d’ingresso.

torre-eiffel1

Un altro must da non perdere è la crociera sul fiume Senna che permette ai croceristi di ammirare le principali attrazzioni della città restando comodamente seduti. Ci sono diverse compagnie fluviali che fanno lo stesso giro ed anche in questo è bene acquistare il biglietto on line, per sfruttare le innumerevoli promozioni applicate sul web e che prevedono talvolta sconti del 30%.

parigi

Ovviamente è obbligatoria una bella passeggiata su  Avenues des Champs-Elysees, il viale più famoso della città, che con le luminarie del Natale acquista un fascino ancor più accattivante, fare lo shopping su questa via non è a buon mercato, qui le grandi firme mettono in vetrina la loro mercanzia, impreziosita da eleganti decori festivi. Per chi preferisse spendere meno e portare a casa un piccolo cimelio natalizio, può approfittare degli stand del mercatino natalizio, adibito sul lungo viale, che apre i battenti già a metà novembre per terminare i primi di gennaio.Sempre in tema di mercatini di Natale merita una visita anche  La Defence, che ne ospita uno abbastanza grande, questo quartiere d’affari è più grande di tutta Europa. Il distretto ospita grandi grattacieli e centri commerciali e si trova nella periferia della città, in realtà non c’ è molto da vedere in questa zona, perchè buona parte dei parigini che si recano qui lo fanno per motivi di lavoro o per fare la spesa in queste mega strutture su più piani, dove si può trovare di tutto, dal vestiario al cibo, ma è una buona occasione per osservare le abitudini cittadine.

In ultimo merita una sosta Place de la Republique, questa bellissima piazza è un omaggio alla Republica francese e al suo centro ospita un monumento che rappresenta una Marianna, tipica figura allegorica della repubblica, con indosso una toga e con la tavole della legge nella mano sinistra. Questo angolo della città è incantevole ancor più con i mercatini di Natale, perdendosi in una delle tante viuzze che si dipanano dalla piazza, si possono trovare antiche botteghe di abiti, con il tipico odore pungente della stoffe arrotolate e riposte nelle scaffalature, e dove non è difficile trovare capi di abbigliamento unici e a prezzi stracciati. Non meno importanti sono le tante fornerie che sfornano uno dei simboli più importanti di Parigi:le baguette che si può gustare vuota e fumante o con farcitura a piacere.

Parigi fa emozionare ogni giorno, ma  può far sognare chi la visita con il cuore di colmo, di quella magia, che solo il Natale può regalare.

UN TETTO D’ORO ED UNA BELLA FETTA DI SACHER

Leave a comment Standard

Immagine

ore 23:00 stazione centrale dI Bologna siamo in attesa del treno per Monaco che ha un ritardo di circa trenta minuti, la nostra fermata sara’ Innsbruck,capitale delle alpi austriache, nella quale arriveremo solo dopo 6 ore di viaggio.Ore 04:30 della mattina eccoci arrivati a destinazione e’ ancora buio pesto e noi siamo ancora assonnati ci vuole un po’ di acqua sul viso, cosi’ con due monete da un euro utilizziamo le toilette della stazione super accessoriate e confortevoli con tanto di docce, phon, e angolo trucco e parrucco per noi donne.Pronti per partire alla scoperta notturna della citta’ che ci appare ancora piu’ deserta essendo domenica mattina; attraversiamo in velocita’ il centro cittadino con lo scopo di salire su per la montagna che sovrasta incotrastata la bella cittadina, per poter ammirare le prime luci dell’alba sul fiume inn.La traversata si revela alquanto faticosa ed inizia anche a nevicare ma non ci scoraggiamo e proseguiamo ancora un po’, troviamo una piccola piazzola dove ci fermiamo ad ammirare il paesaggio sottostante che appaga tutte le nostre fatiche:miriadi di luci illuminano il cielo che nel frattempo si dipinge dei primi colori del sole, il silenzio regna sovrano interrotto solo dal fragore del fiume che scorre impetuoso ricordandoci di quanto la natura meriti di essere ascoltata.Ovviamente la citta’ vanta  un ottima funivia che collega gli impianti sciistici quindi, avremmo potuto risparmiarci la faticaccia ma il nostro spirito avventuriero ha il sopravvento e poi a la sacher bisognera’ in qualche modo guadagnarsela ed e’ con questa idea che ci ritroviamo quasi in centro in un baleno seduti in uno dei tanti cafe’ che costellano il centro storico a gustarci una piu’ che meritata colazione. Oramai la citta’ e’ sveglia numerosi sciatori affollano i locali pronti alla loro domenica di sport che deve essere molto amato da queste parti.Eccolo il famoso tettuccio d’oro ,emblema della citta’, coperto da 2657 scatole d’oro, veramente notevole situato sulla piazza principale,attorno ad esso un buon numero di negozi tipici nei quali perdersi tra odori e sapori,la citta’ inoltre ha una buona offerta culturale grazie alla presenza di numerosi musei e mostre temporanee. Ore 14:00 si pranza nei pressi della stazione ferroviaria , ore 15:00 siamo pronti a ripartire per l’Italia ma non ancora stanchi ci concediamo anche una breve sosta nella cittadina di Trento che raggiungiamo dopo meno di tre ore di viaggio,siamo ancora in orario te’ che ci gustiamo nella spendida piazza duomo, il cuore nevralgico della citta’.Ore 19:00 stazione di Trento questa volta non ci saranno sorprese si ritorna a casa la nostra speldida giornata volge al termine. Siamo felici e soddisfatti anche per aver speso soli 120 euro in totale per i biglietti ferroviari,  grazie alle  tariffe promozionali smart. UN ASSAGGIO DI AUSTRIA AD UN PREZZO PICCOLO PICCOLO