Tanah Lot è sicuramente uno dei templi più belli e suggestivi di tutta l’intera isola di Bali, che attrae  fedeli e turisti a tutte le ore del giorno ed in modo particolare al tramonto quando, nelle giornate di cielo sereno, i colori del cielo si infiammano di un arancio intenso, donando a tutto il sito un’atmosfera surreale.

IMG_8380
Se non si dispone di un mezzo proprio, la maniera migliore per visitare Tanah Lot è sicuramente l’escursione guidata con partenza intorno alle 2 del pomeriggio proprio da Ubud. Questa attività è acquistabile da quasi tutte le guest house, gli hotel e le agenzie turistiche del paese, poiché è considerata un must tra le cose da fare a Bali. Il costo di questo tipo d’escursione solitamente si aggira intorno alle 160000 ruppie indonesiane, l’equivalente di 12 euro, biglietti d’ingresso a parte. Il prezzo proposto dalle agenzie di Ubud è molto più vantaggioso rispetto a quello offerto dagli operatori turistici della costa, inclusa la turistica Kuta beach.
L’uscita prevede lo stop intermedio in altri due siti, come la Foresta Sacra delle scimmie, devo dire un pò deludente rispetto a quella presente nella stessa cittadina di Ubud e il piccolo tempio di Mengwi, altro pittoresco sito induista.


Generalmente prima di giungere finalmente a Tanah Lot si fa un piccolo pit stop rigenerante presso una delle tante fattorie che producono caffè,il Kopi Luwak, prodotto con le bacche ingerite e poi defecate dallo zibetto delle palme, la finalità in questi posti è quella di vendere i loro prodotto al termine di una gratificante degustazione. Un pacco di questo caffè, magari in una confezione carina, ideale da regalare, può arrivare a costare anche 50/100 euro a seconda della dimensione, ma assicuro che il gusto di questo caffè è assolutamente sensazionale. Unico rammarico di questi posti è vedere il povero zibetto, l’artefice di questa bontà rinchiuso in qualche piccola e angusta gabbietta

Si giunge finalmente a Tanah Lot un pç prima del tramonto e generalmente la guida dopo aver consegnato ad ognuno dei partecipanti il biglietto d’ingresso, dal costo di 30000 rupie, meno di 3 euro, lascia circa un paio d’ore di tempo per visitare il tempio, che può essere esplorato da soli o con l’ausilio di una guida, ad un costo aggiuntivo. Io personalmente l’ho visitato insieme a delle mie amiche provenienti da ogni parte del mondo e con le quali ci siamo ritrovate proprio a Bali, il che ha reso la visita ancora più mistica,ad ogni modo consiglio a chiunque di gironzolare per il tempio senza alcuna guida, lasciandosi ispirare solo dalla magia del luogo.Salire le scale del tempio principale, quello sicuramente più fotografato e pubblicizzato di Bali, è possibile solo dopo una breve benedizione a offerta libera. Tutta la visita è scandita ogni giorno dalle maree che a volte lasciano interdette alcune zone di passaggio, fenomeno naturale che accresce l’unicità di questo altro angolo di Bali”l’isola degli dei”

Annunci