L’antico mulino al centro di Salisburgo per assaggiare il pane fatto a mano secondo l’antica tradizione

Salisburgo non ha bisogno di molte presentazioni, dopo Vienna è la città più visitata del piccolo e bellissimo stato dell’Austria, ma anche la cittadina più apprezzata d’Europa per i suoi mercati di Natale. Ma nonostante Salisburgo sia diventata una meta turistica molto frequentata con turisti provenienti da ogni dove, spesso in fila per visitare il Castello o la casa natale del grande musicista Mozart,custodisce ancora angoli incantati che emanano ancora il profumo della sua storia antica,come l’antico panificio Stiftsbackerei St Peter. Quest’antica panetteria si trova nella Altstadt in Kapitelplatz 8,poco distante dal Duomo della città. Questo forno è lì da generazioni, il mulino annesso è ancora in funzione,nel 2007 il suo antico sistema a nastro è stato sostituito da un meccanismo a turbina. Il monastero  adiacente ha ancora la sua forma architettonica originaria nonostante sia stato ristrutturato, ma quello che probabilmente non è cambiato è l’intenso odore di pane, percepibile a molti metri di distanza. Entrare all’interno di questo panificio è un’esperienza d’altri tempi, le ciambelle di pane appena sfornate vengono fatte raffreddare in enormi vasche di plastica, ma non sono solo i pezzi di pane acciambellati ad essere prodotti, ma una miriade di panetti per ogni gusto,tutti realizzati con farina a chilometro zero, acqua di sorgente e lievito madre. Il pane nero è sicuramente uno dei must non solo dell’Austria ma anche di molti paesi d’Europa ed in questa panetteria è sicuramente di una qualità eccelsa. Si può comprare il pane l’ultimo giorno di permanenza e portato a casa come salutare souvenir gastronomico, la sua tenuta è ottima anche diversi giorni dopo l’acquisto, anzi addirittura il sapore diventa migliore. Assolutamente da provare è il il pane dolce con l’uvetta,una delizia alla quale è impossibile rinunciare anche se non si è particolarmente fans dei gusti dolci, il suo giusto equilibrio con la zucchero lo rende adatto anche per essere mangiato senza alcun accompagnamento.

C’è solo un problema:oltre ai cittadini di Salisburgo anche molti turisti, forse attratti dall’odore,arrivano al Stiftsbackerei St. Peter, non solo per guardare questa piccola meraviglia nel cuore della città, ma anche per acquistare diversi pezzi di pane, che va a ruba in poco tempo e può capitare di non trovare più pane disponibile già in tarda mattina,quindi conviene approfittare il prima possibile. In fondo il pane, quello buono, quello fatto secondo le antiche tradizioni, è il cibo più buono del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...