Ormai sono passati poco più di due anni,da quel nostro pomeriggio tra le meravigliose dune di campagna a pochi chilometri da Sousse e quando vedo quel mezzo video dalla mano mossa,girato con il telefonino dal sedile posteriore del quad,ancora mi viene da ridere.

La Tunisia basa la sua economia prevalentemente sul turismo e dopo un pauroso arresto a seguito dei durissimi attentati terroristici subiti,si sta riprendendo velocemente attirando a se nuovi turisti.Il paese tunisino mette a disposizione molteplici attività da svolgersi in mare e sulla terraferma.Il quad è sicuramente un mezzo di mobilità particolarmente indicato se si vogliono attraversare territori sabbiosi o dune terrose che richiedono l’utilizzo di ruote robuste in grado di affrontare i dislivelli. A circa 10 chilometri di distanza dalla città costiera di Sousse,rinomato centro turistico con hotel di vario genere,precisamente in località Porto El Kantaoui,esiste una fattoria immersa nella natura che detiene il possesso di numerosi quad da utilizzare sotto la guida abbastanza attenta di guide super esperte.Il costo per una mezza giornata a spasso con il quad è di 20 dinari tunisini, l’equivalente di 10 euro,inclusivi di pick up dal vostro hotel di soggiorno,casco e guida a fare da capofila. Prendere la mano della guida del quad,se non lo si è mai portato, non è semplice,ma in meno di 30 minuti, tempo necessario per capire le potenzialità del mezzo,vi sentirete un centauro e per chi siederà sul sedile accompagnatore,sarà davvero una vera goduria,paesaggi naturali bellissimi tra terra e mare,da riuscire anche a fotografare e filmare,magari anche con una mano meno mossa della mia.

Annunci